Lorca y el Flamenco: Romance de la Luna

Lo spettacolo è ispirato alla poesia Romance de la luna, come tributo e celebrazione del popolo gitano e del Flamenco. Patrimonio immateriale dell’Umanità.

Lo spettacolo è  un’allegoria danzata del Romancero Gitano di Federico García Lorca.

La storia, tratta dall’omonima poesia, racconta qualcosa di commovente: la morte di un bambino gitano in una notte di luna piena.

È notte in una fragua (fucina gitana) ed un bambino contempla immobile l’arrivo della luna che dotata di attributi femminili si presenta alla fragua, un luogo tipicamente gitano.

Per Lorca la luna è simbolo di morte, però questa luna è sensuale e seduttrice come la danza e porta alla vita una storia suggestiva dove lo spettatore resta sospeso in un presente irreale ed eterno, dove la  morte di un bambino gitano diventa visione poetica e commovente tra realtà e mito,  passato e presente, tradizione poetica lorquiana ed avanguardia che si fondono attraverso la musica ed il flamenco. (Manfredi Gelmetti)

 

Danza e messa in scena: Manfredi Gelmetti
Chitarra e progetto musicale: Marco Perona
Voce: Ana Rita Rosarillo
Nacchere e palmas: Eva Cioccoloni
Il Bambino: Mattia Mauriello
Con la partecipazione al pianoforte del Maestro: Maria Teresa Lo Bianco
Disegno Luci: Luca Palmieri
Fonica: Matteo Palmieri
Make Up: Bongarzone Beauty Store
Grafica: Giuseppe Perone

 

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria: manfredigelmetti1977@gmail.com

Evento organizzato con il patricinio dell'Ufficio Culturale dell'Ambasciata di Spagna in Italia.

Event Details