Orma di Ronzinante. Pagine della terza lettura di Miguel de Cervantes. Mostra di Michele Canzoneri

Nell’ambito della Settimana delle Culture e in omaggio alla figura di Miguel de Cervantes, l’Instituto Cervantes di Palermo presenta la mostra del maestro Michele Canzoneri “Orma di Ronzinante. Pagine della terza lettura di Miguel de Cervantes”.

Verrano esposte una trentina di opere del maestro ispirate dalla lettura e rilettura del capolavoro di Miguel de Cervantes, in tecnica mista su carta antica. I fogli antichi utilizzati dall’artista sono datati 1616, proprio l’anno della morte di Cervantes. “Libri da rileggere, durante il Lockdown Covid-19, portati con me nello studio dell’ex Masseria in contrada Maluventu, insieme alle varie raccolte dei miei fogli antichi. Una di queste pagine scivola accanto a un grande volume, porta la stessa data della scomparsa di Miguel de Cervantes.  Prendo il libro e inizio la terza lettura del Don Chisciotte (la prima da giovane studente dopo aver visto gli straordinari disegni di Picasso). Lavoro dipingendo su queste mie pagine datate, senza limite di tempo, senza alcuna tensione e lontano dal silenzio forzato dentro le mura della città. Al mattino lungo il fiume Platani (Ribera) vedo l’orma profonda di un cavallo e la fotografo.”

Michele Canzoneri (Palermo, 1944). Inizia l’attività espositiva a Palazzo dei Diamanti, Ferrara, 1973 e alla Galleria Bergamini Milano, 1974. Con l’orientalista Giuseppe Tucci realizza l’opera grafica “Sette giorni del Bardo Thodol”(1978); per il duomo normanno di Cefalù le 64 vetrate (1984-2003); la “Didaché e la Porta delle Vergini savie e stolte” per la nuova chiesa di San Pio di Renzo Piano (2003-2006). Per il teatro musicale in Italia e all’estero le scene per: “Blaubart” di C. Togni, La Fenice, Venezia (1977); “Parsifal”di R. Wagner, Comunale di Bologna (1978); “La clemenza di Tito” di W. A. Mozart, Teatro Massimo, Palermo (1981); “Suor Angelica” di G. Puccini, Teatro alla Scala, Milano (1982) e Liceu, Barcellona (1983); “Dialogues des Carmélites” di F. Poulenc, Staatsoper Stuttgart (2011/13), etc. Per “Norma” di V. Bellini (co-produzione Teatro Bellini di Catania, Teatro de La Maestranza di Siviglia e “Landesteather” di Salisburgo (1999/2000) riceve il Premio Abbiati per la migliore scenografia dell’anno. La Biblioteca Vaticana e la Fondazione Giorgio Cini di Venezia hanno acquistato i suoi “Diari di Lavoro”. Per la Custodia Francescana di Gerusalemme realizza i poli liturgici e le vetrate per la cappella del Convento di San Francesco al Cenacolo di Monte Sion. “Rosso Porpora Rosso Scarlatto”, Museo RISO d’ Arte Contemporanea, Palermo (2017). “Tutte le notti”, stele funebre per l’archeologo S. Tusa, Chiesa di S. Domenico Panteon di Palermo (2022).

Libero e gratuito.
Orio: L’ingresso all’Instituto Cervantes di Palermo è consentito unicamente dietro esibizione di Green Pass e con mascherina Ffp2. Il pubblico è invitato a mantenere il distanziamento sociale in entrata e in uscita.
Orario di visita: Da lunedì a venerdì: dalle ore 09:30 alle ore 13:00

Evento organizzato dall'Instituto Cervantes di Palermo.
Photocredit: Michele Canzoneri

Event Details
Tags