Lavorare a Simancas, l’Archivio della Monarchia ispanica: ricerca e fortuna di una archivista e uno storico

Il deposito più importante per conoscere la storia della Monarchia ispanica in età moderna, l’Archivo General de Simancas, sarà il protagonista di questa sessione del Ciclo di seminari, durante il quale si affronterà il tema delle vaste possibilità di ricerca che offre.

In pochi archivi come in quello di Simancas la rilevanza delle origini è pari alla qualità dei fondi documentari conservati. Quest’archivio, creato nel XVI secolo con il preciso scopo di conservare la memoria scritta della Monarchia ispanica, si è trasformato nel deposito più importante per lo studio dello sviluppo storico dell’Europa nell’età moderna. Per questa ragione dirigere la Sala de investigadores costituisce un’esperienza di incalcolabile ricchezza umana e scientifica. Sono infatti infinite le possibilità di lavoro che un archivio di tale grandezza e trascendenza offre ai ricercatori che lo frequentano, anche grazie all’indispensabile aiuto degli archivisti che vi si trovano. Le attività di entrambi – rappresentate e raccontate in questa sessione da due straordinari professionisti come Isabel Aguirre Landa, già archivista e per tanti anni responsabile della Sala de investigadores di Simancas, e da Alberto Marcos Martín, ordinario di Storia Moderna presso l’Universidad de Valladolid – si completano ed arricchiscono a vicenda in modo singolare a Simancas: da questa collaborazione nasce la loro “fortuna” e anche quella della grande storiografia.

Il seminario si terrà in modalità mista: canale youtube della EEHAR-CSIC e presenziale, previo controllo della temperatura e del super green pass.

Evento organizzato dalla Scuola Spagnola di Storia e Archeologia a Roma-CSIC, in collaborazione con il ISEM-CNR, la Pontificia Università Lateranense e LUMSA.

Event Details
Tags