Marta Sanz dialoga con Marco Ottaiano

Inaugurazione del corso di traduzione letteraria per l’editoria.

In dialogo con Marco Ottaiano, la scrittrice spagnola Marta Sanz racconterà la propria esperienza di autrice tradotta, tra l’altro, in italiano, e rifletterà sul concetto di universalità e autenticità letterarie, stili gentrificati, mercato e abitudini di consumo culturale globalizzati. Da una prospettiva non malinconica, bensì critica, si tenterà di condividere un’idea della cultura al tempo dello spettacolo, della banalizzazione del concetto di verità e del disprezzo educativo. Con la conferenza l’autrice di Farándula e Lección de Anatomía inaugura la IX edizione del corso di traduzione letteraria per l’editoria, organizzato dall’Instituto Cervantes di Napoli e dall’Università L’Orientale di Napoli.
Marta Sanz (Madrid, 1967) è dottore in Filologia e docente della Escuela de escritores di Madrid. Durante la sua prolifica carriera letteraria è stata insignita di numerosi e prestigiosi premi, tra i quali il Premio Herralde de novela, il premio Ojo Crítico de Narrativa o il Premio Vargas Llosa de relato. Collabora con El País, riviste e programmi radiofonici. Il romanzo Un buen detective no se casa jamás è stato tradotto in italiano e accolto con successo dal pubblico.

 

 

Ingresso libero

Evento organizzato dall’Instituto Cervantes di Napoli e dall’Università L’Orientale di Napoli.
Foto: ©Miguel Lizana

Event Details