14° Festival del Cinema spagnolo e latinoamericano (Genova)

Il Festival del cinema spagnolo e latinoamericano torna a Genova al Cineclub Nickelodeon, dal 12 al 17 ottobre. La rassegna si apre con il film in uscita nazionale “Piazzolla, la rivoluzione del tango” di Daniel Rosenfeld che come ospite d’onore sarà presente in sala. Programma ricco di anteprime assolute: dall’Argentina “Danza combate”, finalista del premio IILA. Omaggio a Buñuel nel 60° anniversario di “Viridiana” e al genio della commedia nera spagnolo, Luis Garcia Berlanga.

La 14ª edizione del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano approda a Genova al Cineclub Nickelodeon, dal 12 al 17 ottobre. Inaugura questa nuova edizione il film “Piazzolla, la rivoluzione del tango” di Daniel Rosenfeld, che sarà in sala per presentare il film in uscita nazionale. Nell’anno del Centenario dalla nascita di Astor Piazzolla, per la prima volta vengono aperti al pubblico gli archivi del leggendario musicista: fotografie, nastri vocali e riprese in super8, che non solo rafforzano la dimensione pubblica e l’inestimabile contributo al mondo della musica, ma fanno luce sulla sfera più intima dell’artista. Il regista Daniel Rosenfeld riesce così a comporre un ipnotico ritratto di Piazzolla: l’infanzia a Manhattan con il padre Nonino (da qui la celebre “Adios Nonino”); gli inizi di carriera con i più grandi musicisti di tango dell’epoca; la passione per la caccia agli squali; il Nuevo Tango, mix originale di tango e jazz; l’iniziale rifiuto dei tradizionalisti e della critica musicale; il rapporto con la famiglia.

Il programma, curato da Federico Sartori e Iris Martín-Peralta (Exit Media), con la collaborazione di Valentina Damiani (ACEC), è arricchito da molte anteprime come “La inocencia”, opera prima di Lucía Alemany, vincitrice del Premio del Pubblico Giovane al festival di San Sebastian, o come l’atteso “Intemperie”di Benito Zambrano, vincitore di due Premi Goya 2020 alla Miglior sceneggiatura e alla Miglior canzone originale di Sílvia Pérez Cruz.

Fiore all’occhiello è l’anteprima assoluta di “Danza combate” di Camila Rey, documentario finalista del Premio IILA che verrà assegnato alla Casa del Cinema di Roma il 24 ottobre. Un gruppo di giovani femministe argentine fa della danza il proprio strumento di militanza intervenendo nelle manifestazioni del movimento Ni Una Menos, grido collettivo contro la violenza di genere e i femminicidi. Dopo aver pubblicato in rete una foto di se stesse a seno scoperto, che diventa immediatamente virale, le ragazze vengono travolte da una valanga di insulti da numerosi utenti dei social network. Un episodio che invita a riflettere sia sulla cultura della discriminazione, sempre più radicata nella società, sia sulla necessità e urgenza dell’azione di lotta.

Sempre in ambito latinoamericano, il festival celebra il bicentenario dell’indipendenza del Perù presentando un’autentica chicca, l’inedito “La revolución y la tierradi Gonzalo Benavente Secco. Il film, già un cult in patria (al debutto, in Perù è stato più visto di “Joker”), ripercorre il prima, il durante e il dopo della riforma agraria del 1969: una cavalcata ricca di riferimenti cinematografici, storici e letterari, che riesamina con lucidità le pagine di una storia emblematicamente latinoamericana.

Tra i titoli del nuovo cinema spagnolo, “70 Binladens – Le iene di Bilbao”, thriller di Koldo Serra, regista della celebre serie Netflix “La casa di carta”, capace di sprigionare ritmo e gestire con fluidità una trama che si concentra dentro le quattro mura di una filiale di banca presa d’assalto; La hija de un ladrón”, eclatante esordio alla regia di Belén Funes, rivelazione assoluta ai Goya 2020, con il Premio Miglior Opera Prima, ma anche Menzione Speciale della Giuria al Taormina Film Fest 2020 e Concha de Plata come Miglior attrice a Greta Fernández all’ultimo Festival di San Sebastian; “O que arde – Verrà il fuoco”, terzo lungometraggio firmato da Oliver Laxe, punto di riferimento del cinema d’autore del nuovo cinema spagnolo, indicato da Bong Joon-ho come uno dei cineasti più promettenti del cinema mondiale.

La sezione Clasicos presenta due autentiche perle. La prima è il capolavoro di Buñuel, nel 60° anniversario di “Viridiana”, autentico capolavoro interpretato da Francisco Rabal, Fernando Rey e Silvia Pinal. Il film, che vinse la Palma d’Oro a Cannes 1961, venne scomunicato dal Vaticano e quindi censurato per molti anni in Spagna e in Italia. La seconda perla è un omaggio a Luis García Berlanga nel Centenario della sua nascita. Amico e collaboratore di Zavattini ed Ennio Flaiano, si distinse per un cinema carico di un umorismo al limite del corrosivo. A Berlanga il Festival dedica la proiezione speciale di “La escopeta nacional” (1978), film scritto con Rafael Azcona, che ritrae il decadente sistema politico e sociale dell’ultima fase del franchismo e le sue classi benestanti, spiazzate dall’avvento della transizione democratica. Cult assoluto.

Dopo aver toccato il cinema Nickelodeon, fra novembre e dicembre il Festival del cinema spagnolo e latinoamericano farà tappa al Cineclub amici del cinema(Genova Sampierdarena), al cinema San Siro (Genova Nervi) e al cinema Italia (Sarzana).

La manifestazione è sostenuta dall’Ufficio culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia, Acción Cultural Española, l’Ambasciata del Perù in Italia, IILA (Istituto Italo-Latinoamericano), in collaborazione con Instituto Cervantes di Milano, Ambasciata Argentina, Cineclub Nickelodeon, ACEC Liguria, ACES cinema Europe Commission, ACES Europe, TNN Associazione Cineguida.

RAI4 è media partner  della manifestazione.

Tutti i film sono proiettati in versione originale sottotitolata in italiano.

Biglietteria
7€ intero, 6€ ridotto (under 18; over 65; universitari)
5€ Associativo Tessera ACEC

La manifestazione è sostenuta dall'Ufficio culturale dell'Ambasciata di Spagna in Italia, Acción Cultural Española, l'Ambasciata del Perù in Italia, IILA (Istituto Italo-Latinoamericano), in collaborazione con Instituto Cervantes di Milano, Ambasciata Argentina, Cineclub Nickelodeon, ACEC Liguria, ACES cinema Europe Commission, ACES Europe, TNN Associazione Cineguida.
RAI4 è media partner della manifestazione.

Event Details
Tags