Catalogna a Venezia

Tra gli eventi collaterali della 16a mostra internazionale di architettura – La Biennale di Venezia c’è la partecipazioni della Catalonia nella consueta sede dei Cantieri Navali di Calle Quintavalle. L’Istituto Ramon Lull per la cultura catalana presenta RCR. Dream and Nature_Catalonia in Venice: un progetto dei vincitori del Pritzker 2017 RCR Arquitectes.

La partecipazione della Catalonia alla 16a mostra internazionale di architettura – La Biennale di Venezia, dal titolo RCR. Dream and Nature_Catalonia in Venice, è uno degli eventi collaterali più attesi. Presentato dall’Istituto Ramon Lull per la cultura catalana, l’evento è curato dalla giornalista Pati Nunez e dall’architetto Estel Ortega, insieme a RCR Arquitectes, i vincitori del premio Pritzker 2017.

Ai Cantieri Navali di Calle Quintavalle, a pochi passi dall’Arsenale, è in mostra un lato sconosciuto del trio architettonico catalano. Questi hanno creato uno spazio fisico per ricercare e ripensare il rapporto dell’uomo con il mondo. Un’idea che nasce nella tenuta La Vila in Valle Bianya (Girona), un paesaggio inserito nel loro progetto per la 16. Mostra Internazionale di Architettura, dal 26 maggio al 25 novembre.
Si tratta di un sogno architettonico che diventa allestimento, passando in tre fasi: The Treshold, The Dream e Geography of Dreams. Un’esperienza sensoriale per i visitatori, i quali possono così entrare nella nascita di un’utopia in costruzione, la stessa che svela il mondo interiore dei progettisti.

Per Estel Ortega, co-curatrice, si tratta di un percorso non lineare, in quanto evoca la sensazione di essere “dentro una grotta di luci e di movimenti liquidi, uno spazio immateriale che permette a ogni persona di costruire la propria esperienza unica, proprio come in un sogno”.
Ribadisce Pati Nunez, altra co-curatrice giornalista di architettura e comunicatrice: “Suggeriamo di sperimentare nuovi formati applicati alla diffusione dell’architettura. Non ci sono modelli o progetti in mostra. Il sogno nel titolo si riferisce al lato più intimo di RCR, perché il loro modo di intendere il mondo è ciò che costituisce la base della loro architettura”.

Nei due giorni della Preview della Biennale, il 24 e 25 maggio, si svolge un fitto programma parallelo all’installazione dal titolo NEW FORMATS: DREAM AND NATURE, il quale offre altre visioni dell’universo RCR con una serie di conferenze e un programma universitario. Qui otto scuole di architettura catalane hanno risposto alla domanda: Cosa impariamo dalla natura? Di queste sono state selezionate cinque proposte per ogni scuola e che saranno esposte nella mostra.

Tra le tre conferenze la prima, Creating Knowledge. New Ways of Communicating ART and ARCHITECTURE, con Eva Franch (direttrice dello Storefront for Art and Architecture di New York e nuovo direttrice dell’Architectural Association School of Architecture di Londra), e Pedro Gadanho (direttore del MAAT – Museum of Art, Architecture and Technology) di Lisbona, moderata da Pati Nunez, affronta un tema particolarmente caro a Livegreenblog. Seguono il 25 la conferenza Architecture Criticism e il 26 la conferenza di chiusura RCR. Dream and Nature.

Ingresso libero.

Orario: martedì-domenica 10.00-18.00

chiuso il lunedì

Promoter: Institut Ramon Llull

© testo: http://www.artwave.it/architettura/museimostre/biennale-di-venezia-2018-tutti-gli-eventi-collaterali/

© foto: http://www.artwave.it/architettura/museimostre/biennale-di-venezia-2018-tutti-gli-eventi-collaterali/

Event Details
  • Data Inizio
    26 maggio 2018
  • Data Fine
    25 novembre 2018
  • Regione
  • Categoria
  • Telefono
  • Indirizzo
    Calle Quintavalle, 40, 30122 Venezia VE
  • Sito Web